Industria nel baratro: produzione 2013 in calo del 3%

NON è vero niente. Da noi c’è una florida ripresa e speriamo che vengano ad aiutarci dall’estero che non ci sono abbastanza italiani per tutto questo lavoro

Nonostante l’ingiustificato ottimismo, le previsioni pazze slegate dalla realtà, le visioni di luci in fondo al tunnel, i dati sulla produzione industriale nel 2013 ci fanno tornare coi piedi per terra. Si registra, infatti, un calo del 3% rispetto al 2012 e a dicembre è tornata a calare dello 0,7% rispetto allo stesso mese dell’anno precedente, dopo il +1,5% di novembre. Lo rileva l’Istat che registra una contrazione su base mensile dello 0,9%. E’ in aumento, invece, il dato relativo al quarto trimestre (+0,7% rispetto al terzo).

Rispetto al dicembre 2012 sono in aumento solo i beni intermedi (+5,6%), mentre calano quelli strumentali (-5,6%), l’energia (-3,2%) e, in misura più contenuta, i beni di consumo (-1%). I settori che registrano i cali maggiori sono i macchinari e le attrezzature n.c.a (-9,9%), le industrie tessili, abbigliamento, pelli e accessori (-6,9%) e la fabbricazione di computer, prodotti di elettronica e ottica, apparecchi elettromedicali, apparecchi di misurazione e orologi (-6,5%). I maggiori incrementi sono infine nei prodotti farmaceutici di base e preparati farmaceutici (+8,0%), nella fabbricazione di apparecchiature elettriche e apparecchiature per uso domestico non elettriche (+7,5%) e della metallurgia e fabbricazione di prodotti in metallo, esclusi macchine e impianti (+7,4%).

Fonte: controlacrisi.org

Industria nel baratro: produzione 2013 in calo del 3%ultima modifica: 2014-02-12T20:35:44+01:00da davi-luciano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *