Israele e gli USA intendono occupare il Sud della Siria

Israele, supportata dagli USA, farà della Siria una seconda striscia di Gaza. La popolazione sarà dispersa come quella palestinese. Un destino triste attende la Siria colpevole di essere geograficamente vicina ad Israele e quindi preda delle sue misure espansionistiche.
http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=Forums&file=viewtopic&t=67617

L’agenzia di stampa indipendente giordana dice che gli Stati Uniti e il regime israeliano stanno lavorando ad un piano comune per occupare la Siria meridionale.
La JBC News ha detto i gruppi militanti, che gli Stati Uniti chiama opposizione moderata, contribuiranno ad occupare due regioni nel sud della Siria.
Le regioni dovranno poi essere unificate per creare finalmente una cintura di sicurezza intorno Israele.
Il rapporto afferma che i gruppi scelti da Washington saranno equipaggiati con armi di fabbricazione come i “Tow missili anticarro”.
Le forze alleate degli USA potranno anche essere dotati di informazioni raccolte dalle agenzie di spionaggio di Israele ed America.
‘Gruppi moderati’ è un termine usato dal governo degli Stati Uniti per una parte dei militanti che combattono contro il governo del presidente siriano Bashar al-Assad.
Washington aveva usato lo stesso termine per i militanti talebani in Afghanistan, nel tentativo di dare loro legittimità a fronte delle ex forze dell’Unione Sovietica.
Martedì scorso, un aereo statunitense che trasportava un carico di armi per i militanti stranieri supportati dall’occidente, che combattono in Siria, è stato riferito essere sbarcato in Mafraq all’Aeroporto Giordano, a circa 80 chilometri di Amman.
Nel mese di gennaio, funzionari della sicurezza degli Stati Uniti hanno rivelato che il Congresso ha finanziato la fornitura di armi, in un accordo a porte chiuse, fino alla fine dell’anno fiscale del governo che è il 30 settembre 2014.
La Siria è stato afferrata da disordini mortale dal 2011. Secondo i rapporti, le potenze occidentali e i loro alleati regionali – in particolare Qatar, Arabia Saudita e Turchia – stanno sostenendo i militanti che operano all’interno della Siria.
I rapporti indicano che oltre 130.000 persone sono state uccise nelle violenze.
La militanza supportati dagli stranieri hanno costretto a spotarsi circa un totale di 7,8 milioni di siriani, dei quali oltre 1,8 milioni vivono in paesi vicini, soprattutto in Iraq, Giordania e Libano.
Fonte: http://fractionsofreality.blogspot.it/2014/02/israele-e-gli-usa-intendono-occupare-il.html

Kerry accusato di propositi antisemiti da ministri Israele
Giustifica boicottaggio per ottenere concessioniKerry accusato di propositi antisemiti da ministri Israele

Gerusalemme, 3 feb. Due ministri israeliani hanno accusato il segretario di stato americano John Kerry di utilizzare le minacce di boicottaggio di Israele nel mondo per ottenere concessioni israeliane nei negoziati con i palestinesi.
I ministri del gabinetto di Benjamin Netanyahu hanno in pratica accusato Kerry di fare sue le proposte “antisemitiche” per indurre Israele a un atteggiamento più accondiscendente.

“E’ un peccato constatare che l’amministrazione americana non capisce la realtà del Medio Oriente ed esercita pressioni dullato sbagliato del conflitto israelo-palestinese”, ha affermato il ministro Gilad Erdan, molto vicino a Netanyahu.
“Avrei preferito che Kerry spiegasse ad Abu Maze ciò che gli potrebbe accadere se continuerà a rifiutare la pace”, ha aggiunto Erdan intervistato alla radio pubblica.
Parlando dalla Conferenza sulla Sicurezza di Monaco, Kerry aveva detto che “i rischi sono molto alti per Israele” poiché la “gente comincia a parlare di boicottaggio. Che si intensificherà in caso di fallimento” dei negoziati.
http://www.ilmondo.it/esteri/2014-02-03/kerry-accusato-propositi-antisemiti-ministri-israele_403097.shtml

Israele e gli USA intendono occupare il Sud della Siriaultima modifica: 2014-02-06T20:57:05+01:00da davi-luciano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *