In Italia chi ha una casa di proprietà è spolpato dalle tasse

oltre a non essere un diritto avere un tetto sulla testa, lo stato considera il possesso di una casa come un DELITTO sul quale TAGLIEGGIARE in continuazione.
Come se le case gli italiani non l’avessero pagata decenni a suon di sacrifici.

Tanti sacrifici, il mutuo pluriennale e infinito e poi? Avere una casa di proprietà in Italia significa avere un continuo pozzo in cui gettare soldi che vanno al fisco. La Cgia di Mestre ha valutato per il 2014 +3 mld di tasse sugli immobili, con l’obiettivo di fare cassa. In pratica, il peso fiscale sugli immobili supererà, i 52 miliardi di euro, ben 2,9 miliardi in più rispetto al 2013, complice anche l’introduzione della Tasi. L’Ufficio studi della Cgia spiega attraverso il segretario Giuseppe Bortolussi: “Solo il gettito riconducibile al possesso dell’immobile – aggiunge il segretario Cgia – ha subito un vera e propria impennata: dal 2007 ad oggi è cresciuto del 78 percento. Tra l’Imu, la Tasi e il nuovo prelievo sui rifiuti, quest’anno pagheremo quasi 31 miliardi di euro. Questo importo incide sul prelievo totale per quasi il 60%. Tenendo conto di tutto il sistema fiscale che grava sul mattone, nel 2014 i proprietari di immobili pagheranno quasi 3 miliardi in più rispetto al 2013. Una buona parte di questo aumento va addebitato all’introduzione della Tasi che appesantirà il prelievo fiscale soprattutto sui proprietari di seconde e terze case e su quelli che possiedono un immobile ad uso produttivo”.

Fonte: fanpage.it
http://andreainforma.blogspot.it/2014/02/in-italia-chi-ha-una-casa-di-proprieta.html

In Italia chi ha una casa di proprietà è spolpato dalle tasseultima modifica: 2014-02-02T22:50:12+01:00da davi-luciano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *