Regali al contrario in Clarea

http://www.tgvallesusa.it/?p=4338

SCRITTO DA: GABRIELLA TITTONEL – DIC• 28•13

Gabriella_36_otto

Normalmente a Natale i regali si ricevono e si donano, ma in questo mondo al contrario che è quello della Clarea le cose vanno diversamente e così i “regali” si prendono.

Indebitamente.

È quanto accaduto in questi giorni natalizi. In cui dal presidio di latta No Tav sono scomparsi due cavalletti, “migrati” miracolosamente all’interno del cantiere, vicino alla baita sotto sequestro, posto di vigilanza e controllo di ogni umano che passa sul sentiero del bosco. Cavalletti utilizzati come supporto per creare una sorta di rifugio, di riparo dal freddo e dalla neve, con una serie di assi di legno, per i guardiani di turno.

Gabriella_36_sette

Singolare. Verrebbe da dire stupefacente… Che in un cantiere così indispensabile, irrinunciabile, che sta sgranocchiando le ultime risorse di uno Stato ridotto con le pezze sui calzoni non ci siano cose migliori per dare riparo di due cavalletti prelevati indebitamente… e, nonostante le richieste di tutto un giorno da parte dei No Tav, ancora sotto sequestro a fianco di una baita sotto sequestro…

Incomprensibile per un mondo di umani che sta al di qua delle recinzioni una situazione come questa…

Buon anno nuovo…

Gabriella Tittonel

28 dicembre 2013

Regali al contrario in Clareaultima modifica: 2013-12-30T09:04:02+01:00da davi-luciano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *