Sicurezza e Legalita’: Senza casco! Senza forcone!

logo-sicurezza.pngSenza casco! Senza forcone!

 I Carabinieri, Poliziotti e Finanzieri si sono tolti il casco in segno di solidarietà nei confronti dei manifestanti.

 Il Governo se l’è fatta addosso e pare che ci sia stata una riunione in fretta e furia al Viminale volta a sbloccare di corsa il pagamento degli straordinari arretrati alle forze di polizia e forse anche le indennità di missione e di funzione. Cose di cui si erano ampiamente infischiati.

 Ma la democrazia non si compra con il denaro.

 Democrazia e libertà sono ormai nel sangue dei Carabinieri, Poliziotti, Finanzieri e Militari!

 Per vincere la nostre future battaglie occorre avanzare da tutta Italia verso Roma, non con carri armati, ma con i simboli del lavoro, trattori e camion, con autisti e cortei con ramoscelli d’ulivo e rami di palme.

 Sì, con ramoscelli d’ulivo. I carabinieri e i poliziotti si sono tolti il casco e allora i manifestanti debbono posare il forcone e il loro eccessivo ardore, che li porta a commettere atti di violenza che alla fine favoriscono questo regime.

 Andiamo a Roma, da tutta Italia, con un ORDINE DI SFRATTO.

 Questo documento è già pronto e verrà approvato il 18 dicembre, alle ore 10,30, al cinema Capranichetta di Roma.

 Ci presenteremo, dinanzi ai palazzi del potere, con Carabinieri, Poliziotti, Finanzieri e Militari, che dovranno aiutarci a fare rispettare la Costituzione, la sentenza della Corte Costituzionale, e l’Ordine di Sfratto nei confronti di questi delegittimati.

 Il Presidente Emerito della Corte Costituzionale, Pietro Alberto Capotosti, ha dichiarato: “Il Parlamento è esautorato, non potrà fare più niente”.

 Lui può parlare. Ha cessato di fare il Presidente della Corte Costituzionale il 6 novembre 2005, un mese prima che venisse approvato il “porcellum”.

 Lui è in regola!

 Ha aggiunto: “In teoria, dovremmo annullare le elezioni due volte del Presidente della Repubblica, la fiducia data ai vari governi dal 2005 e tutte le leggi che ha fatto un Parlamento illegittimo. Senonchè il passato si salva applicando i principi sulle situazioni giuridiche esaurite. Ma dal giorno dopo la pubblicazione della sentenza questo Parlamento è esautorato, perché eletto in base ad una legge dichiarata incostituzionale. Quindi, non potrà fare più niente e questo è drammatico”.

 Si prevede che la sentenza della Corte Costituzionale entrerà in vigore quando sarà pubblicata nella Gazzetta Ufficiale, presumibilmente verso la fine di gennaio.

 Già si dice che il Parlamento sta correndo ai ripari per convalidare i 630 deputati prima della fine di gennaio.

 Il Popolo, al quale risale la sovranità, non può permettere questi rattoppi.

 Si deve presentare dal Presidente della Repubblica e consegnare l’ORDINE DI SFRATTO.

 Con un grande corteo, proveniente da tutta Italia, a bordo di qualsiasi mezzo.

 Vi invito a partecipare alla riunione storica del “Movimento della Pace e della Legittimità”, che si costituirà al cinema “Capranichetta” di Roma il 18 dicembre alle ore 10,30.

G.Pino

pinosupu@gmail.com

Sicurezza e Legalita’: Senza casco! Senza forcone!ultima modifica: 2013-12-15T17:05:24+01:00da davi-luciano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *