Maxi cartella di Equitalia: artigiano si getta nel canale

ma non è un economicidio. E’ solo un evasore che decide di togliersi la vita per far dispetto allo stato democratico

PEDEROBBA. La goccia che ha fatto traboccare il vaso è stata una cartella di Equitalia arrivatagli ieri mattina: un conto di 37mila euro per vecchie tasse. Troppo per il piccolo imprenditore che opera nel campo dei servizi (pulizie). A quel punto non ce l’ha più fatta, ha raggiunto con la sua macchina la località di Covolo, in comune di Pederobba, e si è gettato nelle acque gelide del canale Brentella. Un gesto estremo, dettato dalla disperazione per un una salatissima bolletta di Equitalia, arrivata proprio nei giorni in cui tutto il Paese è infiammato dalla protesta dei “forconi” e nel mirino c’è anche Equitalia. Fortunatamente i carabinieri sono arrivati in tempo a salvarlo, hanno raggiunto il punto del canale dove era finito in acqua l’imprenditore, gli hanno buttato una corda a cui potesse afferrarsi e lo hanno riportato a riva. Protagonista del gesto dettato dallo sconforto per problemi economici che gli sono sembrati insormontabili quando gli è arrivato il conto di Equitalia un cinquantottenne di Castello di Godego. Ieri mattina, verso le 10,30, ha cercato di mettere in atto il suo tragico gesto. Preso da un momento di sconforto, si è lanciato nelle acque del canale Brentella, a Covolo. Prima aveva fatto capire a qualcuno le sue intenzioni, qualcuno lo ha poi visto gettarsi nel Brentella e ha dato l’allarme. Grazie alle indicazioni ricevute, i carabinieri della compagnia di Montebelluna sono accorsi nella zona dove il cinquantottenne si era gettato in acqua e in breve tempo hanno raggiunto la sponda da dove si poteva raggiungere l’uomo. Che probabilmente era già pentito del suo gesto. L’acqua rischiava di portarlo via e così i carabinieri hanno lanciato una corda verso di lui. L’ha afferrata ed è stato tirato a riva e tratto in salvo. Subito dopo di lui si sono occupati medico e infermieri arrivati sul posto con una ambulanza. L’imprenditore è stato portato in ospedale a Montebelluna dove è stato ricoverato, ma le sue condizioni sono buone. Appena si sarà ripreso i carabinieri gli chiederanno cosa lo ha spinto a lanciarsi nelle acque del canale. Da quanto hanno già raccolto pare che il 58enne fosse scoraggiato per problemi economici legati alla sua attività e la cartella di Equitalia sia stata una mazzata troppo forte per accettarla. Fortunatamente i carabinieri sono arrivati in tempo, prima che le acque gelide del canale lo trascinassero via, scongiurando un’ulteriore tragedia dettata dalla crisi.
Enzo Favero
http://mattinopadova.gelocal.it/regione/2013/12/14/news/maxi-cartella-di-equitalia-artigiano-si-getta-nel-canale-1.8301374

Maxi cartella di Equitalia: artigiano si getta nel canaleultima modifica: 2013-12-15T20:24:45+01:00da davi-luciano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *