Maxi Processo #NOTAV Aula Bunker – udienza 25 ottobre 2013: TAV = TOP SECRET!

AulaBunkerSE è TAV è TOP SECRET. Così inizia l’udienza, con la richiesta del legal team di avere le ordinanze senza quegli OMISSIS che impediscono di identificare correttamente le responsabilità nella catena di comando delle operazioni del 27 giugno e del 3 luglio. Il Giudice Quinto Bosio ha respinto la richiesta, sostenendo che “Le aree del cantiere individuate  sono aeree di interesse strategico nazionale. Esiste l’esigenza del segreto d’ufficio. “. E questo livello “top secret” ci riporta alle modifiche introdotte dal DL femminicidio che equipara a spionaggio fotografie e filmati nell’area del cantiere.

ore 10:00 In apertura la difesa ribadisce la necessità di accesso ai documenti amministrativi, evidenziando come non sia applicabile la dichiarazione dell’area come sito strategico nazionale in quanto successiva ai fatti oggetto del dibattimento.

10:11 “Nell’ordinanza del 3 luglio sono omessi tutti i nomi della catena di comando, non si indicano nemmeno le persone che devono essere coperte da uno pseudonimo, allora io mi chiedo, soprattutto facendo riferimento al testo dell’ordinanza, dove il questore definisce che l’eventuale uso di dispositivi lacrimogeni dovrà avvenire solo in esecuzione di specifica autorizzazione del primo dirigente, dove io devo indicare i soggetti della catena di comando che devono dare queste disposizioni o effettuale un contro-interrogatorio su eventuali testi di questo tipo, questo mi è completamente impedito dall’omissis di cui non si capisce assolutamente la necessità” (avvocato legal team no tav)

10:15 “Abbiamo visto che le leggi citate non siano giuste, riteniamo la prassi non costituzionale, chiediamo siano eliminati gli omissis”  (avvocati legal team no tav)

10:30 gli avvocati della difesa continuano a contestare i troppi “omissis”  e “segreti d’ufficio” nelle ordinanze relative all’ordine pubblico nelle giornate del 27 giugno e del 3 luglio”E’ evidente che se avessimo chiesto l’ordinanza il 26 giugno, il giorno prima dello sgombero, avrebbe avuto senso la sua segretezza ma è altresì vero che quello stesso segreto d’ufficio oggi non ha più alcun senso, in uno stato di diritto, riferimento articolo 200 che delega il tribunale a valutare la validità della segretezza del documento” (legal team no tav) .

“Mancano del tutto, nella lista testimoni del PM, i responsabili intervenuti nella gestione delle operazioni di quella giornata, quindi non ci è dato di conoscere chi fossero quelli che hanno avuto le responsabilità operative in quelle due giornate, sappiamo solo che non erano responsabili i funzionari della DIGOS, quindi mi associo alla richiesta della produzione dell’originale di tutte le ordinanze” (legal team no tav)

11:00 Il Presidente valuta le opposizioni del legal team e respinge le istanze delle difese. Poi consente agli avvocati domande “non sulle parti omissate”.

11:10 (Avv.Bertone, Legal Team) “In merito all’ordinanza 80 del 21 giugno, chiederei di aiutarci il più possibile nell’individuazione dell’area ‘check point’, chiedo di confermare che l’area del cancello della centrale effettivamente sia fuori dalla cosiddetta area del cantiere”

Petronzi: “Si, stiamo parlando dell’area vicino al ponte e confermo che è fuori dall’area stretta di cantiere”. “Per quanto riguarda l’occupazione dell’area, era occupata dal giorno 8 di giugno, era stata fatta una richiesta alla quale era stata data risposta dal sindaco di Chiomonte in data 22 di giugno, aveva autorizzato l’occupazione che era già in essere precedentemente con la tensostruttura. Ricordo che in data 23 giugno era stata inoltrata dal sig. Fissore una nuova richiesta ad occupare quella medesima area per un’attività enogastronomica, fino alla data del 4 di luglio, con la precisazione che sarebbe stato permesso l’accesso alle forze dell’ordine, cosa che di fatto non avveniva, il sindaco di Chiomonte il 22 giugno emetteva un provvedimento con cui autorizzava la precedente occupazione e veniva invitato l’organizzatore a consentire l’accesso sia alle forze dell’ordine che all’ASL 3. Poi lei mi ha chiesto (rif. avv. Bertone)  se fossi a conoscenza di una raccomandata , io ne sono a conoscenza e credo che la data sia il 26 di giugno, se ricordo bene”

 
Ma non è assolutamente vero che il decreto sul femminicidio dice queste cose.
Queste cose le avete scritte solo voi e sono state riprese da tutti i media perché facevano comodo.

 

Smettiamola di dire cazzate e di farci male da soli. 
Maxi Processo #NOTAV Aula Bunker – udienza 25 ottobre 2013: TAV = TOP SECRET!ultima modifica: 2013-10-25T22:56:00+02:00da davi-luciano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *