LA SVEZIA VIETA LE VACCINAZIONI OBBLIGATORIE…

svezia-dice-no-alle-vaccinazioni-obbligatoriesiccome in Svezia sono incivili ed amano mettere in pericolo i bambini….si vede chi è schiavo di Big Pharma e chi no. Il Parlamento svedese ha scelto la salute dei propri cittadini alle mazzette di Big Pharma. In Italia non vedremo mai questa opzione.


Il 10 maggio il Parlamento svedese ha respinto 7 proposte che avrebbero promosso le vaccinazioni obbligatorie. Il governo svedese ha deciso infatti che le politiche di vaccinazione forzata sono contrarie ai diritti costituzionali dei loro cittadini.

La Svezia, invece di aderire alla pressione delle aziende farmaceutiche o delle tattiche spaventose dei media mainstream, ha adottato la decisione di rifiutare l’applicazione della vaccinazione obbligatoria ai suoi cittadini. Infatti, un tale mandato, hanno affermato, violerebbe la Costituzione del paese.
Anche altri fattori hanno influenzato questa decisione. Da un lato c’è stata la pressione dei cittadini che hanno manifestato chiaramente il loro dissenso oltraggio al concetto di vaccinazioni forzate. Il testo di uno dei moti relativi alla decisione ha rilevato che i parlamentari avevano osservato “una grande resistenza a tutte le forme di coercizione per quanto riguarda la vaccinazione“.
I politici hanno anche citato alcuni dati dal sistema sanitario svedese (NHF) che hanno rivelato frequenti e “gravi reazioni avverse” al vaccino MMR (morbillo, orecchioni e rosolia) ed hanno osservato che tali reazioni sono specificate anche nel foglietto informativo del vaccino.
I politici hanno affermato che siccome i bambini dovrebbero ricevere due dosi di questa vaccinazione, questi considerevoli rischi sarebbero raddoppiati. Inoltre hanno sottolineato che tali rischi non erano limitati al vaccino MMR, ma che altri vaccini causavano “reazioni avverse simili”.
Ecco il testo originale in svedese di ciò che è avvenuto (1): Riksdagen röstade Nej till alla vaccinmotioner
“La NHF svedese ha inviato una lettera al Comitato e ha spiegato che violerebbe la nostra Costituzione se introducesse la vaccinazione obbligatoria o la vaccinazione obbligatoria come è stata presentata nel moto di Arkelstens. Molti altri hanno anche presentato una corrispondenza e molti hanno richiamato il Parlamento e il mondopolitico. I politici parlamentari hanno sicuramente notato che c’è una massiccia resistenza a tutte le forme di coercizione per quanto riguarda la vaccinazione”
 
Vaccinazione obbligatoria
 
“La NHF svedese mostra anche le frequenti reazioni avverse in base al tasso a cui FASS specifica nel foglietto illustrativo del vaccino MMR, quando si vaccina un gruppo intero di 1 anno. Inoltre, bisogna tener conto che ogni gruppo di età riceverà due volte il vaccino MMR, per cui gli effetti collaterali sono raddoppiati. Non dobbiamo dimenticare che, inoltre, si applicano simili liste di reazioni avverse per altri vaccini.
Nella lettera abbiamo anche incluso una vasta lista degli additivi trovati nei vaccini – sostanze che non sono sostanze per la salute e non appartengono a bambini o bambini. Abbiamo finito l’opinione dei politici con una scoraggiante lista di studi che dimostrano che la vaccinazione è una cattiva idea”
Mag 26, 2017 di Maurizio Blondet

Arriva anche in Europa il film anti-vaccini bloccato in Parlamento in Italia

vaxxednei paesi civili e democratici si applica la censura per difenderci dai bruti che diffondono fake news, lo fanno per noi, ci proteggono. Meno male che la censura c’è…..la censura politically correct per il nostro bene, come le guerre umanitarie.


Arriva anche in Europa il film anti-vaccini bloccato in Parlamento in Italia
Il ministro della Salute Lorenzin scrive una lettera di protesta al presidente del Parlamento europeo: «Iniziativa particolarmente dannosa»«Abbiamo recentemente appreso che per il prossimo 9 febbraio è stata programmata a Bruxelles l’iniziativa «Vaccine – Safety in question´ presso il Parlamento Europeo. Da quanto riportato risulta prevista la proiezione della pellicola `Vaxxed – from cover-up to catastrophe´. All’iniziativa prenderanno parte noti attivisti del fronte anti-vaccinazioni, sulla cui reputazione la comunità scientifica ha da tempo espresso una valutazione inequivocabile, accompagnata dall’adozione di provvedimenti formali da parte delle autorità competenti».
È la protesta del ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, contenuta in una lettera inviata al presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani. «Ritengo l’iniziativa particolarmente dannosa – continua la missiva – poiché punta a guadagnare una ribalta europea per posizioni settarie e destituite da ogni fondamento scientifico, che già sono state respinte energicamente a livello nazionale. I contenuti ideologici che saranno veicolati rischiano altresì di essere altamente insidiosi per le politiche di sanità pubblica, con effetti potenzialmente molto negativi su componenti dell’opinione pubblica europea».
«Il Governo italiano è particolarmente impegnato su questo tema, che io stessa tratterò nel corso di un imminente incontro già programmato con il Commissario europeo alla salute. Le chiedo pertanto una ferma e autorevole presa di posizione nei confronti dell’evento, allo scopo di ristabilire i corretti termini della situazione e di evidenziare i pericoli determinati dalla diffusione di messaggi di tale gravità», conclude Lorenzin.
Pubblicato il 07/02/2017
Ultima modifica il 07/02/2017 alle ore 18:21

Autismo e Vaccini: la vittoria di Donald Trump assesterà un duro colpo agli insabbiatori

trump-tweet vacciniL’incubo peggiore per l’establishment è diventato realtà: Donald Trump è stato eletto “dal popolo” alla Presidenza degli Stati Uniti d’America.
Mentre Hillary Clinton avrebbe assicurato una continuità con l’amministrazione Obama, che per l’Unione Europea era fondamentale in diverse partite riguardanti anche il campo della Sanità [vedi TTIP e folli campagne vaccinali], Donald Trump rappresenterà una potente rottura e la trama dei rapporti andrà fortemente rivista.
Durante la sua campagna elettorale Donald Trump ha già espresso parere negativo per il TTIP, il Trattato Transatlantico che si negozia tra Stati Uniti e Unione Europea, affermando che :
Il TTIP, così come lo conosciamo, darebbe un colpo fatale all’industria americana. (…) L’ondata di mondializzazione ha annientato la classe media. La mondializzazione non deve necessariamente svolgersi in questo modo, possiamo raddrizzarci in poco tempo.
Questo accordo era anche il sogno degli azionisti delle aziende farmaceutiche e il peggiore incubo per tutti i consumatori, perché, come è esperienza comune, tutte le porcherie che vigono negli USA, quelle che fanno comodo a chi maneggia palate di miliardi facendo cadere le briciole sui loro manutengoli, passano prima o poi anche da casa nostra. E in casa nostra, con la connivenza dell’attuale Governo, le aziende produttrici di vaccini avrebbero evitato di condurre studi randomizzati, oltre che provare sull’uomo qualunque farmaco [non solo vaccini] senza nemmeno chiederne il consenso informato.
Allo stesso modo, Donald Trump aveva apertamente sostenuto alla CNN che le vaccinazioni non sono sicure. Pur affermando di essere a favore dei vaccini come linea di principio, ha anche spiegato che preferisce somministrarli a piccole dosi per un periodo di tempo molto più lungo.
Io non sono contro le vaccinazioni per i vostri figli, io sono contro di loro in 1 dose massiccia. Dilazionatele in un periodo di tempo e l’autismo cadrà!
Come un notevole numero di Medici e genitori informati, Donald Trump è molto scettico in merito alle false promesse fatte dalle industrie farmaceutiche che promuovono i vaccini e dai Centers for Disease Control and Prevention [CDC] di Atlanta, sotto indagine dal 2014, dopo l’esposizione pubblica dello scandalo da parte del Deputato Repubblicano Bill Posey che ha evidenziato una frode per insabbiare la correlazione tra autismo e vaccinazioni.
Donald Trump ha anche proseguito affermando che:
L’autismo è diventato un’epidemia. Venticinque, trentacinque anni fa, guardando le statistiche, era tutto diverso. Ora la situazione è totalmente fuori controllo perché si prende un bambino, e l’ho visto, ho avuto i miei figli presi in carico, per un lungo periodo di tempo, per un periodo di due o tre anni di tempo, si prende questo piccolo bel bambino, e lo si pompa – voglio dire, così com’è sembra proprio pensata per un cavallo, non per un bambino, e abbiamo avuto così tanti casi di autismo.
Anche tra le persone che lavorano per me, proprio l’altro giorno, ho visto un bambino, due anni d’età, un bel bambino che è stato vaccinato, e una settimana dopo ha avuto una febbre tremenda, ha avuto moltissimi problemi di salute, ed ora è autistico. (…) Io sono a favore dei vaccini ma se sono somministrati in un periodo di tempo più lungo, e solo a piccole sosi. Penso che stiamo andando ad avere un grande impatto sull’autismo.
Un bambino sano va dal dottore, viene pompato con una dose massiccia di molti vaccini, non si sente bene e cambia – AUTISMO. Molti di questi casi!
Dopo questa risposta di Trump i giornalisti della CNN si rivolsero a uno dei due medici repubblicani che erano presenti all’affollato dibattito – il Neurochirurgo Dr. Ben Carson – nel palese tentativo di convincerlo ad attaccare Trump per la sua posizione. Ma pur professando la sua fede generale nei vaccini, Carson ha detto questo:
Probabilmente stiamo somministrando troppi vaccini in un periodo troppo breve di tempo …
Boom!
In preda alla disperazione, i giornalisti della CNN hanno rivolto lo stesso quesito verso l’altro medico repubblicano, il senatore Rand Paul, ma anche lui ha confermato ciò che avevano detto Trump e Carson:
Sono a favore dei vaccini, ma sono anche per la libertà di scelta. Sono preoccupato per come si stanno somministrando tutti insieme … Vorrei avere il diritto di dilazionarli nel tempo
Gioco, set, partita, e vittoria presidenziale per Donald Trump.
Se fossi il Presidente spingerei per corrette vaccinazioni, ma non sarebbero permesse vaccinazioni massive in una volta sola cosicché un piccolo bambino non possa avere – AUTISMO.
Questa vittoria è figlia di un’ondata potente che tocca corde profonde della popolazione, un fiume di rabbia, un vaffanculo [non solo ai vaccini], che puó andare indifferentemente a destra o a sinistra [a secondo di come viene comodo] ma che è sempre contro i centri del potere.
Il titolo di questa storia è “popolo contro elites”. Le aristocrazie che governano il mondo non sono più in grado di prevenire e comprendere questa “onesta” ondata di rabbia.
L’autismo è una delle maggiori crisi sanitarie del nostro tempo ed è il risultato evidente di un avvelenamento del cervello dei nostri bambini. Le scriteriate campagne vaccinali cui sono sottoposti i nostri figli entrano, anche loro, di diritto, sul banco degli imputati perché non c’è più alcun dubbio che i vaccini possono causare l’autismo: lo dichiarano industrie e organi di farmacovigilanza anche se cercano di occultare i dati.
Mi viene data ragione sulle vaccinazioni di massa – i medici hanno mentito. Salvare i nostri figli e il loro futuro.
I genitori hanno ragione quando raccontano la loro storia, e i governi devono smetterla di giocare con le parole mentre sempre più bambini continuano ad essere danneggiati.
timeline_xl_autismo_movimento
Pubblicati su 9 novembre 2016