VALSUSA, TORNA IL FESTIVAL DELL’ALTA FELICITÀ CON TANTI CONCERTI GRATUITI

  

Riceviamo dall’UFFICIO STAMPA DI ALTA FELICITÀ

VENAUS – Dopo il successo della prima edizione, il Movimento No Tav, in collaborazione con il Comune di Venaus, organizza il Festival Alta Felicità 2017 che si terrà dal 27 al 30 luglio. Le parole d’ordine saranno: alta felicità a bassa velocità.

Un appuntamento per mandare un forte segnale al governo italiano, tutti insieme, sul come vanno investiti i denari pubblici: non in un’opera inutile e dannosa come il Tav, ma a favore della cura e della messa in sicurezza del territorio. Per mettere al riparo tutti i cittadini del nostro paese da tragedie, come quelle causate dal terremoto e dalle alluvioni, a volte facilmente prevedibili con una politica seria di prevenzione.

A Venaus, una porzione della valle sarà interamente chiusa al traffico. Lasceremo le nostre auto e per qualche giorno fermeremo insieme il tempo e il consumo, per scoprire i segreti della natura e della vita tra le montagne. Percorsi a piedi, zone di campeggio, palchi e arene naturali in cui vivere momenti di scambio, pace e tranquillità. Come lo scorso anno sarà attivo il servizio navetta da Susa a Venaus dalle 10 alle 4 del mattino. Sarà possibile lasciare la propria auto nei parcheggi segnalati nella città di Susa.

Oltre quaranta mila persone partecipanti all’edizione del 2016 e un centinaio di artisti da tutta Italia sono intervenuti portando la loro musica e la loro arte per il pubblico e per la causa No Tav.

All’appello lanciato per il Festival 2017 hanno aderito un centinaio di artisti italiani e internazionali tra cui: Lo Stato Sociale, Bandabardò, Omar Pedrini, Africa Unite, Eugenio Bennato, Clementino, Roy Paci, Mau Mau, Dubioza Kolektiv, Stefano Benni, il recente premio Strega Paolo Cognetti, Wu Ming1, Marco Aime, Luca Mercalli, Giuseppe Sergi, Michela Murgia e moltissimi altri.

Ogni attività proposta sarà gratuita e completamente accessibile. Per il pernottamento saranno messe a disposizione aree campeggio dotate di docce e servizi igienici e anch’esse gratuite.

Quattro giorni di musica, performances, dibattiti e gite che si susseguiranno nelle diverse aree naturali raggiungibili a piedi attraverso sentieri, opportunamente indicati, tra i boschi, i fiumi e le montagne della Valle di Susa e delle Alpi Cozie.

Tra le vie del paese di Venaus, come lo scorso anno, sarà allestito il mercato consapevole.

Tutto questo contando su un pubblico che non si senta cliente ma parte attiva dell’evento; proprio per questo è stata lanciata la campagna “Diventa Protagonista”, un modo per partecipare all’organizzazione mettendo a disposizione anche solo poche ore del proprio tempo.

Anche per chi non potrà partecipare sarà possibile dare il proprio contributo sostenendo l’organizzazione attraverso una donazione libera.

L’ospitalità e il reciproco scambio come forma di organizzazione e difesa di una comunità e di un territorio: la Valle ha sempre vissuto di questo. Una valle che in quei giorni mostrerà tutti i suoi fiori con un’idea semplice, diversa e opposta al consumo frenetico della vita e dell’ambiente.

VALSUSA, TORNA IL FESTIVAL DELL’ALTA FELICITÀ CON TANTI CONCERTI GRATUITIultima modifica: 2017-07-14T09:12:22+00:00da davi-luciano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *

*